Grande emozione due 11.9.2004
Una serie di emozioni incredibili, nuove, questo è stato per me il primo volo in aliante.
Per cominciare bisogna indossare un paracadute, non ne avevo mai indossato uno, non so come si usa e nemmeno se sarei stato in grado di usarlo, ma tutti li mi hanno confermato che quelle rare volte che a qualcuno è capitato di usarlo ci è riuscito e ha portato a casa la pelle, e questo mi è bastato per farmi passare questa paranoia; indossato il paracadute devi accomodarti dentro l'aliante che ora da vicino è ancora più piccolo di quando lo guardavo danzare nel cielo, ma sorpresa, è comodissimo, hai una posizione quasi distesa, il paracadute non lo senti neppure e di colpo tutti i muscoli sono rilassati.
Chiuso il cupolino l'atmosfera diventa intima, la sagoma ingombrante dell'aereo che ti deve trainare inizia la sua corsa e da subito ti accorgi che stai correndo praticamente per terra, ad ogni buca sobbalzi guardi le lunghe ali che oscillano e poco dopo sei gia in volo livellato, anche l'aereo comincia a sollevarsi, ma si trova sempre ad un altezza di poco inferiore alla nostra, una forte corrente d'aria entra dalla pressa d'aria del cupolino, raggiungiamo una velocità innaturale per un aliante, e poi improvvisamente il silenzio, l'aereo davanti scompare sotto di noi, rallentiamo, la corrente d'aria diventa una dolce brezza e inizia l'estasi, ti guardi intorno e non sembra vero li tra le nuvole a galleggiare lentamente come se fosse la cosa più naturale per tutti.
Per mia fortuna era il tramonto, sotto le luci in movimento della città la pista illuminata, guardo a destra e vedo la laguna e Venezia, mi giro a sinistra e un sole rosso arancio si nasconde dietro una nuvola prima di congedarsi scendendo dietro i colli, di fronte un cielo nero minaccioso, c'era tutto quello che ho sempre immaginato.
Agilmente facciamo virate di 360° in una discesa armoniosa ci accingiamo ad atterrare, avvicinandoti al terreno ritorna la sensazione della velocità, ti abbassi sempre più senza mai toccare finchè non inizi a sobbalzare e ti rendi conto che sei di nuovo a terra, purtroppo!

Antonio Valentini


L'ultimo traino del giorno

Il cockpit dell'istruttore

Colli Euganei

La specola dall'alto

Duomo di Padova

Diruttori fuori








   
 


9.11.2011
Visit to USA (parte 3)
15.9.2011
Visit to USA (parte 2)
28.7.2011
Visit to USA


5.10.2010
Open Day
10.1.2010
Cena sociale due
4.1.2010
Cena sociale


20.12.2009
Voli domenicali
20.11.2009
Festival dell'aria
18.10.2009
Spotters a Tessera - Parte seconda
5.10.2009
Spotters a Tessera - Parte prima
23.8.2009
Serate agostane
19.4.2009
Aeroporto Nicelli
19.4.2009
Volo con un amico


11.3.2008
Inaugurazione sede
11.2.2008
Carnevale a Venezia
2.2.2008
Lavori in corso
15.1.2008
Report di un Fly In


30.12.2007
Un pomeriggio diverso
7.10.2007
Esperienza unica
8.9.2007
Trasferta a Munich
5.9.2007
Spotters a Treviso
24.6.2007
Home-cockpit 4
12.6.2007
Home-cockpit 3
13.5.2007
Report da Forlì
7.4.2007
Week-End a Parigi
20.3.2007
Festa del volo
13.2.2007
Breve gita a Londra


20.12.2006
Visita studio a Tessera
26.10.2006
Cena sociale
16.7.2006
Home-cockpit 2
6.5.2006
Home-cockpit


5.12.2005
Report su Novegro
13.11.2005
Visita al Crav
9.10.2005
Report su Rivolto parte 2°
29.9.2005
Report su Rivolto parte 1°
8.9.2005
Solito appuntamento
27.6.2005
Giugno 2005


6.12.2004
Report su Novegro
22.11.2004
Report serio su Tuttinfiera
21.11.2004
Report semiserio sulla Fiera
11.9.2004
Grande emozione due
11.7.2004
Una grande emozione
23.10.2004
Inaugurazione sede
4.8.2004
Visita informale
4.8.2004
Arrivo inusuale due.
16.7.2004
Arrivo inusuale a Tessera
26.6.2004
Report sulla manifestazione a Pratica di Mare


16.12.2003
Viaggio di studio e ALTRO a Londra Parte 3°
8.12.2003
Viaggio di studio e ALTRO a Londra Parte 2°
2.12.2003
Viaggio di studio e ALTRO a Londra Parte 1°







 
Torna a inizio pagina

 

Torna alla Home Page      © 1999-2021 A.C.V. PADOVA